Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Riga al Salone Internazionale del Libro di Torino

WhatsApp Image 2024-05-13 at 10.58.46

Venerdì 10 maggio il Vice Capo Missione dell’Ambasciata d’Italia a Riga, Federico Palmieri, ha presentato in anteprima il progetto “Italy is young” al padiglione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale al Salone Internazionale del Libro di Torino.

La presentazione si è inserita nel calendario del padiglione della Farnesina, che ha visto alternarsi le voci di funzionari e funzionarie che hanno raccontato al pubblico del Salone la propria attività e presentato progetti innovativi di promozione culturale e integrata dell’Italia all’estero.

Con “Italy is young” la nostra Ambasciata realizzerà a partire da fine agosto una serie di 10 eventi dedicati alla promozione della creatività giovanile italiana e lettone: dieci conversazione fra creativi e professionisti Under 35 dei due Paesi, inserite nei programmi di rassegne e festival locali. Il calendario delle conversazioni e l’elenco dei partner sarà annunciato nelle prossime settimane. L’iniziativa è stata premiata dalla Farnesina nell’ambito della seconda edizione del contest “Capitali della creatività italiana all’estero”.

La Farnesina al Salone del Libro 2024

Dal 9 al 13 maggio 2024, su impulso del Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Antonio Tajani, la Farnesina ha partecipato al Salone Internazionale del Libro di Torino con un proprio padiglione dal tema “La Farnesina incontra…”, che ha previsto un articolato programma di eventi.

“La cultura è un ponte di dialogo e fonte di crescita condivisa: per un Paese come l’Italia, che detiene il primato mondiale di siti UNESCO, il soft power rappresenta il vero valore aggiunto per veicolare i nostri interessi e valori nel mondo” ha commentato il Vice Presidente del Consiglio Tajani, che ha richiamato l’impulso dato dall’inizio del proprio mandato alle azioni di diplomazia culturale, come imprescindibile leva di politica estera.

Nell’ultimo anno e mezzo, su indirizzo del Vicepremier Tajani, la Farnesina ha infatti lavorato a 360 gradi per rafforzare la diplomazia culturale: dal sostegno all’editoria – prima industria creativa del Paese – alla promozione del Made in Italy, dal supporto alle missioni archeologiche italiane all’estero al rafforzamento dell’insegnamento della lingua italiana nelle scuole e nella cooperazione universitaria all’estero, anche attraverso le borse di studio. Tutto questo è stato illustrato nel padiglione MAECI, grazie a decine di incontri e le testimonianze di chi, ogni giorno, porta e promuove l’Italia nel mondo. La Farnesina ha inoltre organizzato una serie di eventi anche nelle sale conferenze della manifestazione, dedicati ai temi dell’assistenza dei connazionali all’estero in situazioni di crisi, al soft power, alla promozione dell’editoria e ai progetti editoriali per ragazzi e ragazze prodotti dal Ministero.