Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

La Sede

Dove siamo

L’indirizzo dell’Ambasciata d’Italia a Riga è Teatra Iela 9. Gli uffici sono ubicati al terzo e al quarto piano. Per accedere agli uffici, digitare sul tastierino all’ingresso il numero 30 e attendere la risposta del citofono.

Orari

La Sezione Consolare riceve il pu bblico il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9:30 alle 12:00 e il martedì e il giovedì dalle 15 alle 17. Per questioni politiche, culturali e commerciali è possibile richiedere un appuntamento contattando la Segreteria. Se sei in una situazione di emergenza, puoi contattare la linea dedicata attiva 24 ore su 24.

 

 

Storia del Palazzo

Il Palazzo all’angolo fra Teatra e Valnu Iela è un edificio liberty o art nouveau in stile eclettico, progettato e costruito dagli architetti Heinrich Karl Scheel e Friedrich Scheffel tra il 1903 e il 1904. Heinrich Karl Scheel (17 maggio 1829 – 13 aprile 1909) era un architetto tedesco-baltico che visse e lavorò a Riga. È considerato uno dei più grandi architetti di Riga del XIX secolo ed ha progettato più di 40 edifici pubblici e privati. All’inizio del XX secolo fu uno dei primi architetti che iniziò a lavorare in stile art nouveau.

Ideato in origine come condominio plurifamiliare con negozi, il palazzo che oggi ospita l’Ambasciata d’Italia fu di proprietà di K. Zihmanis, rivenditore di libri e antiquario. Nella decorazione della facciata, contraddistinta da motivi barocchi, si possono individuare elementi tipici dell’Art Nouveau – come il mosaico colorato e le originali soluzioni dei vani delle finestre. Il tema decorativo mitologico di questo edificio consiste nella raffigurazione di Ermes e Atena. In cima al palazzo, tre personaggi che reggono sulle spalle il globo terrestre ricordano il mito di Atlante. Il globo è realizzato in vetro e zinco, materiali che simboleggiano il progresso e la nuova era.

Conchiglie e motivi floreali, oltre a vari ornamenti geometrici caratteristici dall’eclettismo, completano la decorazione della facciata. Di particolare pregio è la torre angolare dell’edificio con balcone rialzato, sorretto da due sculture muscolose e seminude, raffiguranti Atlante. La finestra del quinto piano della torre angolare ha la forma del foro di una serratura e include un mosaico decorativo. Ai lati della finestra sono raffigurati rispettivamente Ermes, protettore dei commercianti, e Atena, dea della sapienza.