Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

CONTRIBUTI A UNIVERSITA' STRANIERE PER CORSI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DESTINATI A DOCENTI DI LINGUA ITALIANA OPERANTI NELLE UNIVERSITA' STRANIERE 2021-2022

Datums:

03/03/2021


CONTRIBUTI A UNIVERSITA' STRANIERE PER CORSI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DESTINATI A DOCENTI DI LINGUA ITALIANA OPERANTI NELLE UNIVERSITA' STRANIERE 2021-2022

1. I contributi di cui sopra vengono concessi a istituzioni universitarie pubbliche e private operanti nel territorio di competenza, che ne facciano richiesta attraverso le Rappresentanze diplomatiche. La richiesta di contributi avanzata all'Ufficio VII dovrà prevedere corsi di formazione destinati a docenti di lingua italiana in servizio nelle università locali.
Non verranno accolte richieste per corsi di formazione e aggiornamento che abbiano luogo in Italia o che si tengano al di fuori del Paese di servizio, nonché' richieste per l'organizzazione di corsi curricolari, convegni, seminari, dibattiti e per la copertura di costi di partecipazione di docenti alle predette iniziative. Nel rispetto della normativa di riferimento, non verranno inoltre accolte le richieste per corsi di formazione non rivolti a docenti di lingua italiana già operanti nelle università straniere, bensì a studenti universitari che aspirino a intraprendere in futuro la professione di insegnante di lingua italiana.
I contributi sono finalizzati a coprire SOLO UNA PARTE delle spese relative al corso.

Nel modulo apposito l'ente richiedente dovrà quantificare le spese che è in grado di sostenere autonomamente. L'Ente dovrà inoltre fornire una descrizione dettagliata del progetto e delle necessità di formazione.
Si fa presente che i corsi di formazione a distanza del personale docente delle Università consentono di estendere l'aggiornamento a un maggior numero di utenti, con notevoli benefici anche in termini di costi. Si è constatato che, per ottimizzare i costi, i corsi devono essere composti da un minimo di 15 a un massimo di 25 docenti per classe. Si invitano codeste Sedi a valutare l’opportunità di incentivare questo tipo di formazione favorendo il raggruppamento di docenti anche appartenenti a università diverse, non necessariamente rientranti nella stessa circoscrizione consolare, garantendo la partecipazione del numero minimo di iscritti.

2. ISTRUZIONI PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTO
Le richieste di contributo a valere sul cap. 2619/3, dovranno essere composte dalla seguente documentazione:
- Lettera di richiesta e motivazione dell'istituzione universitaria;
- Formulario A di richiesta del contributo, contenente il parere dell'Ambasciata e la dichiarazione di conformità del documento all'originale conservato agli atti della Sede;
- Formulario B, ovvero la relazione finale sull'utilizzo dell'ultimo contributo eventualmente fruito, contenente il parere dell'Ambasciata e la dichiarazione di conformità del documento all'originale conservato agli atti della Sede.
Relativamente alla predetta documentazione, si precisa quanto segue:
- LETTERA DELL'ISTITUZIONE UNIVERSITARIA (massimo una pagina): dovrà riportare in forma sintetica e al contempo circostanziata la motivazione della richiesta. Dovrà essere redatta su carta intestata dell'ateneo, firmata dal Responsabile accademico e corredata del timbro dell'ateneo;
- FORMULARIO A: la richiesta di contributo per corsi di formazione e aggiornamento destinati ai docenti di lingua italiana operanti nelle università straniere dovrà essere redatta sul modello allegato che andrà compilato IN OGNI SUA PARTE, sia nella sezione di competenza degli atenei, sia in quella riservata all'Ambasciata;
- FORMULARIO B: le Università che hanno beneficiato di contributi nell'E.F. 2020 o nel quinquennio precedente (EE.FF. 2015-2019), a conclusione dei corsi organizzati, dovranno predisporre la relazione finale sull'utilizzo dell'ultimo contributo ricevuto, utilizzando l'allegato formulario B. Anche in questo caso il modulo andrà compilato IN OGNI SUA PARTE, sia nella sezione di competenza degli atenei, sia in quella riservata all'Ambasciata.
La presentazione della relazione finale e' condizione indispensabile per la concessione e la liquidazione del contributo. Si prega pertanto di trasmetterla assieme alla nuova richiesta di contributo, anche qualora sia già stata precedentemente inviata a questo Ufficio.

3. SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE (25 MARZO 2021)
Le richieste dovranno essere inviate via mail all’indirizzo culturale.riga@esteri.it (tutti i documenti firmati digitalmente) o inviate in originale a questa Ambasciata entro il 25 marzo 2021 (non farà fede la data riportata dal timbro postale).

Moduli di richiesta:

Formulario A

Formulario B

Istruzioni 

 


629