Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Messaggio di benvenuto di S.E. l'Ambasciatore Stefano Taliani de Marchio

 

Messaggio di benvenuto di S.E. l'Ambasciatore Stefano Taliani de Marchio

Cari connazionali e cari amici lettoni,


nel momento in cui assumo le funzioni di Ambasciatore d’Italia a Riga, vorrei parlarvi dell’ “idea” di Ambasciata che, con il vostro aiuto, intendo portare avanti da qui ai prossimi anni.
Vorrei in primo luogo creare un Ambasciata aperta e proiettata verso l’esterno, che sia all’altezza di assolvere ai suoi numerosi compiti istituzionali volti a rafforzare le relazioni bilaterali a livello politico, economico e culturale ma che sia anche in grado di integrarsi nella società e di operare nel tessuto culturale, economico e sociale di questo Paese. L’Ambasciata vuole essere un centro di aggregazione che valorizzi i settori dove le società civili dei due Paesi sono più dinamici. Penso, in particolare, ai settori innovativi, alle scienze mediche e biomediche, alla meccanica e robotica, ai trasporti, all’economia verde, al design, all’agroalimentare di qualità espressione dei nostri territori, all’industria turistica e culturale.
Una Ambasciata che faciliti e promuova legami sempre più stretti fra le nostre Università e centri di ricerca, fra i nostri giovani, gli imprenditori, gli scrittori , i giornalisti ed artisti di ogni genere. Lo scopo è quello di promuovere non solo la lingua e cultura italiana ed il “Made in Italy” in tutte le sue espressioni ma anche di promuovere la collaborazione fra l’Italia e la Lettonia nel quadro di una Europa più unita e solidale, al fine di rafforzare le capacità di entrambi i paesi, dando all’Unione Europea più forza per competere in un mondo globale complesso marcato da aree di crisi e da un ritorno al protezionismo.
Una Ambasciata che valorizzi l’immenso patrimonio immateriale e materiale dei nostri territori, le nostre Regioni accrescendo la cooperazione fra le città e le Regioni d’Italia e di Lettonia. Una Ambasciata che valorizzi le nostre alte tecnologie, la nostra creatività e stile di vita, la nostra storia, i nostri vasti giacimenti culturali ed artistici che contano 55 siti, nessuno ne ha di più, riconosciuti dall’Unesco quali patrimonio dell’umanità. Far conoscere meglio la nostra grande letteratura e la lingua italiana che e’ la quarta piu’ studiata al mondo. Siamo un paese fondatore dell’UE, siamo il secondo paese manufatturiero europeo con oltre 200 mila imprese esportatrici, siamo il primo paese contributore, tra i paesi occidentali, di truppe alle operazioni di pace dell’ONU ed il secondo paese contributore in ambito Nato. Siamo un paese con una società civile viva e vivace che si esprime attraverso un volontariato diffuso, di grande slancio e generosità.
Questo mi porta a rivolgere un pensiero a tutte le italiane ed a tutti gli italiani residenti in Lettonia. Un saluto particolare va ai nostri militari di stanza ad Adazi (Ādaži) che assolvono con grandissima professionalità alla loro missione nel quadro della Nato e portano alta la nostra bandiera in Lettonia e nel mondo. A tutti, italiani e lettoni, rivolgo l’invito a seguirci su questo sito, su Twitter, Facebook ed Instagram, a tutti l’invito a portare contributi di idee realizzabili e creativi, utili per sviluppare sempre più l’amicizia che c’è fra i nostri Paesi.


38